Recensione #89: La casa del coccodrillo

venerdì 28 agosto 2015

Questa sera, per la nostra consueta visione serale, abbiamo cambiato location. Ricevuto un invito a cena dai miei, ci siamo spostati di qualche Kilometro e, sostanzialmente, abbiamo cambiato divano! Una vasta scelta di film a nostra disposizione, essendo loro in possesso di Sky on demand, che è quel coso che tramite internet mette a tua disposizione un archivio di circa 1000 film che puoi vedere in qualsiasi momento. Però, già a volte è difficile metterci d'accordo in due, figuriamoci in quattro! Così, dopo un'oretta circa passata a scorrere tutti i titoli in ordine alfabetico e far spazientire il babbo (voleva guardarsi un film con Pozzetto o Celentano), abbiamo trovato una pellicola tranquilla che ha messo tutti (si fa per dire) d'accordo: La casa del coccodrillo.
No, non è il solito beast movie, questo filmetto tedesco del 2012 racconta la storia dell'undicenne Victor, che si trasferisce con i genitori e le due sorelle maggiori nella cupa villa lasciata in eredità da un vecchio prozio. Quando i genitori partono per una vacanza, Victor viene lasciato solo con le sorelle e mentre vaga per la casa si imbatte nel diario di Cecilia, una lontana cugina che ancora adolescente aveva perso la vita in circostanze misteriose quarant'anni prima. Seguendo le enigmatiche tracce appuntate da Cecilia, Victor cerca di risolvere quell'antico omicidio. Film d'avventura molto simpatico e scorrevole, dobbiamo dire di essere rimasti abbastanza soddisfatti dalla visione di questo film del quale non avevamo mai sentito parlare. Per come prende il via la trama, potremmo definirlo anche un pizzico fantasy, nonostante non ci siano i vari draghi, elfi o folletti a scorrazzare in giro, per via del suo svolgimento. Victor infatti è così preso da questo diario che inizia la sua indagine e viene automaticamente catapultato all'interno di una bella avventura, quella che ogni bambino di 11 anni sogna di avere. Ogni volta che scopre un indizio sembra li li per aprire qualche portale per un'altra dimensione, ma fortunatamente non è così, il film rimane molto fedele alla realtà, ma si riesce comunque a percepire quello che il ragazzino si immagina durante le sue ricerche. Una pellicola alla Indiana Jones che si svolge dentro questa grande villa che, sembra, sia piena di passaggi segreti, strani oggetti e nascondigli. Noi non conosciamo il cast, che probabilmente è tutto composto da attori di origini tedesche che sicuramente avranno altra notorietà nella loro terra. La casa del coccodrillo infatti è ottimamente recitato, soprattutto il ragazzino si dimostra molto bravo; di lui lo diciamo il nome, si tratta di Kristo Ferkic. Nonostante non sia il nostro genere preferito, dobbiamo dire che questo film ci ha fatto passare piacevolmente un'oretta e mezza, rapendoci e portandoci insieme a Victor in quella villa misteriosa. Adatto ai sognatori, a chi vuole evadere dai problemi di ogni giorno e soprattutto... ai bambini!

Il voto di 365film:





x1



x1



x1





Share this article :

0 commenti:

Speak up your mind

Tell us what you're thinking... !

 
Support : Creating Website | Johny Template | Mas Template
Copyright © 2011. 365FILM | 2 persone, 1 anno, 365 recensioni - All Rights Reserved
Template Created by Creating Website Inspired by Sportapolis Shape5.com
Proudly powered by Blogger