Recensione #161: Crimson Peak

domenica 8 novembre 2015


Finalmente ce l'abbiamo fatta. Finalmente, non essendo potuti andare al cinema quando lo hanno messo, siamo riusciti a trovare una versione streaming di Crimson Peak, l'ultimo film di Guillermo Del Toro (del 2015). E per oggi poi, che è il compleanno di Gloria! Questo è destino, dice lei, si, perchè da quando le ho fatto vedere il trailer di questo film non è riuscita a pensare ad altro. Ogni giorno mi chiedeva se lo avessi trovato, ed io li, tutti i giorni a fare la mia ricerca su internet. Non era male il trailer, aveva incuriosito parecchio anche me, quindi diciamo che lo attendevo con ansia anche io. Volete sapere cosa ne pensiamo? Ok, ma prima, due righe sulla trama.
Siamo in una cupa Inghilterra del 19° secolo, all’interno di una minacciosa abitazione vittoriana nelle campagne rurali del nord. A seguito di una disgrazia familiare, la vita di Edith Cushing si svolge qui, insieme al suo fresco marito e alla sorella di lui, personaggio misterioso e cupo. A poco a poco però l'esistenza della ragazza si trasforma in un incubo costellato di fantasmi e inquietanti visioni. D'accordo, per andar bene dovremmo scrivere due recensioni, una io e una mia moglie, ma visto che a scrivere sono io... Per quanto mi riguarda questo Crimson Peak è un bel prodotto, dalla fotografia dark, tipica di Del Toro, agli elementi che circondano tutta la faccenda. Ma... si, c'è un “ma”... Non può assolutamente essere catalogato come pellicola horror (qui il trailer ingannevole ha fatto il suo dovere). Una fiaba nera, d'accordo, questa etichetta era anche abbastanza scontata, ma per andare più nello specifico, Soap Opera dark potrebbe essere il termine più azzeccato. Che Del Toro non volesse terrorizzare il pubblico si era capito, e che volesse attrarre il maggior numero di categorie, dai bambini agli adulti, dai fan dell'horror a quelli meno avvezzi, si era capito anche quello, ma purtroppo a questo Crimson Peak manca la tensione, manca un po' di sana cattiveria, manca del carattere, ecco. Abitualmente durante la visione di un film “misterioso” quelli che lo guardano fanno delle supposizioni fra loro, giusto? “Secondo me è successo che...” e via dicendo. Anche io e Gloria le abbiamo fatte, ma mi sono reso conto che erano tutte incentrate sul triangolo amoroso che si consuma per tutta la cazzo di durata del film, e attenzione, non è “lei, lui e l'altro” ma “lei, lui e l'altra”. Edith (la protagonista) sposa Sir Thomas Sharpe, baronetto (titolo nobiliare preso per il culo in tutta la prima metà del film) che ha una sorella, Lady Lucille Sharpe, una donna misteriosa, che ha l'aria di saperla lunga. (Noi ve lo spoileriamo, adesso...) Si nota subito che c'è qualcosa sotto, poi veniamo a scoprire che Thomas si fa la sorella. In tutto questo contorno di matrimoni ed incesti, ci sono i fantasmi.

Le premesse dei primi minuti erano ottime, da come si può vedere. Poi... (continua nell'altra foto)
Ne abbiamo subito un assaggio, nei primi minuti del film, quando lo spettro della madre morta da poco di Edith (ancora bambina) va a farle visita di notte mentre dorme, e le dice di stare lontano da Crimson Peak (che al momento non si sapeva che cazzo era). Quando Edith, dopo sposata, scopre di essersi proprio trasferita sopra Crimson Peak ci si aspetta che il fantasma della madre torni per darle uno scappellotto e dirle con voce spettrale: “Te l'avevo detto...cogliona...”. Poi, vabè, ogni tanto, nel villone vittoriano, Edith è sempre vittima di alcune apparizioni che non riesce a spiegarsi. La mia sensazione è che il lato horror/soprannaturale del film e la storia di fondo (triangolo, matrimonio, e tutti gli altri cazzi alla Beautiful) siano scollegati e non vadano assolutamente di pari passo. Non ho avvertito un minimo di tensione, mai, anzi, ad un certo punto la situazione diventa anche abbastanza scontata. 

...ti ritrovi con la sorella spiona, che si ingelosisce per ogni cazzata. Qui gatta ci cova...
Mentre io, nella mia mente, pensavo a tutto ciò, mia moglie era letteralmente rapita dalla storia. Lei ha adorato Crimson Peak dal primo all'ultimo fotogramma. “Ecco, questo è un film di quelli che dico io! Adesso passeranno altri 10 anni per vederne uno bello così” E' stato il suo commento alla fine. Da romanticona e amante dell'horror qual'è, questa pellicola è stata il connubio perfetto fra i due generi, anche se ha aggiunto “Se gli spettri si vedevano meno faceva più paura, sono troppo espliciti”. A detta di Gloria, la storia è bellissima, l'elemento soprannaturale è inserito a regola d'arte e il cast è tutto all'altezza. Prima di chiudere spendiamo due parole per il cast: Edith è interpretata da Mia Wasikowska (Lawless...), Sir Thomas è Tom Hiddleston (il Loki di Thor...) e Lady Lucille è interpretata da Jessica Chastain (sopravvissuto – The Martian, Interstellar...). Un cast buono, dalle ottime capacità, senza dubbio, anche se ho avuto l'impressione che alcune scene fossero troppo enfatizzate. Ma in finale tutto Crimson Peak è un prodotto un po' ruffiano, intediamoci, un ottimo prodotto ruffiano, che poteva essere molto di più, visti gli elementi della storia a disposizione, ma che invece si è limitato ad essere... poco. Voto combattuto per questa pellicola, Gloria voleva dargli il massimo, io no, quindi....

AZIONE: x1
COMMEDIA: - 
DRAMMATICO: x2
ROMANTICO: x3
HORROR: x2
FANTASCIENZA: -
FANTASY: x1


Il voto di 365film:

(il mio era un 3, quello di Gloria un 5...)

Share this article :

0 commenti:

Speak up your mind

Tell us what you're thinking... !

 
Support : Creating Website | Johny Template | Mas Template
Copyright © 2011. 365FILM | 2 persone, 1 anno, 365 recensioni - All Rights Reserved
Template Created by Creating Website Inspired by Sportapolis Shape5.com
Proudly powered by Blogger