Recensione #92: Shark Killer

lunedì 31 agosto 2015

Per fortuna che i film si possono registrare, altrimenti non ci andremmo pari! Qualche sera fa vidi con sommo stupore che Italia 1 mandava in onda un film dal titolo Shark Killer, del 2015, quindi film nuovissimo di cui ne io ne Gloria avevamo mai sentito parlare. Avendo altri programmi lo abbiamo registrato, per gustarcelo con calma ed arricchire così la nostra sezione riservata agli shark-movies. Bene, questa sera è arrivata l'ora.
Non si trova molto in rete di questo Shark Killer, la storia vede questo tizio che è bravissimo nel fare la pelle agli squali ma che è anche bravo nell'arte del rimorchio. Per ogni squalo ucciso se ne fa una diversa. Un giorno viene chiamato da suo fratello a recuperare un diamante mangiato da un grandissimo squalo con la pinna nera. Lui non sa però che quel diamante è stato rubato da un losco individuo che chiederà a sua volta aiuto al piacione. Diciamo che la componente “squalo” in questo film è un semplice pretesto, il prodotto infatti è un normalissimo action movie e salvo qualche raro momento, dello squalo non vi è traccia. Shark Killer è tutto incentrato sul cacciatore che ci prova con l'avvocatessa del fratello che, guarda caso, deve aiutarlo nella caccia. Il suo personaggio mi ricorda molto lo spaccone di Jurassic World, anche il look è molto simile, molto probabilmente ci avranno preso spunto. Se lo si guarda per quello che è, cioè, un film low budget per il circuito televisivo, il film risulta anche una piacevole visione, nulla di eccezionale, ma un bel mix di humor macho e azione che non guasta mai. Il cattivone di turno poi è un attore già visto in film più seri, si tratta di Arnold Vosloo, la Mummia! Insieme a lui, a completare il cast, abbiamo il protagonista Derek Theler e l'avvocatessa Erica Cerra, volti abbastanza sconosciuti, ma adatti al genere. Se, al contrario, ci apprestiamo a guardare questa pellicola sperando di vedere un film teso dove una mostruosa creatura la fa da padrone, beh, la delusione sarà sicuramente il primo sentimento che proverete, appena prima della rabbia. Quel po' di computer grafica usata per lo squalo non è certamente un capolavoro, ma per quanto è presente il bestione nel film va più che bene. Un film leggero, a tratti comico e a tratti serrato, ma mai abbastanza. Eh si vede che gli squali sono di moda, basta inserire nel titolo di un film la parola "shark", o mettere una pinna sulla locandina, per destare interesse. Un filmetto paraculo, che si lascia guardare, ma non da chi detesta l'azione, quella semplice.

Il voto di 365film:




x2


x2


x1




Share this article :

0 commenti:

Speak up your mind

Tell us what you're thinking... !

 
Support : Creating Website | Johny Template | Mas Template
Copyright © 2011. 365FILM | 2 persone, 1 anno, 365 recensioni - All Rights Reserved
Template Created by Creating Website Inspired by Sportapolis Shape5.com
Proudly powered by Blogger