Recensione #69: Rock Star

sabato 8 agosto 2015

Che botta d'adrenalina stasera! Io e Gloria siamo degli amanti del rock e dell'heavy metal più “leggero” e questo film ci ha fatto venire la pelle d'oca! Cercando film a sfondo musicale su internet ecco che esce fuori questo Rock Star. Il titolo è tutto un programma quindi lo propongo a mia moglie e lei accetta con entusiasmo. Tutto pronto quindi per il film/concerto, si parte!
Rock Star non è una pellicola recentissima, è datata infatti 2001 e racconta la storia di un ragazzo che, da musicista rock amatoriale, viene scelto come cantante della band di cui è un fan sfegatato. La storia è ambientata negli anni ottanta e descrive la quotidianità di una heavy metal band di successo, contornata dai classici stereotipi dell'alcol, della droga e delle groupie durante i loro tour. Ne guardare il film mi accorgo che la storia non è del tutto inventata, ma è ispirata all'avventura avuta dal signor Tim Owens, un cantante scelto dalla leggendaria band dei Judas Priest per sostituire l'immortale Rob Halford (poi ritornato all'ovile). Il bello che è Tim venne notato e scelto nello stesso modo di come viene scelto il protagonista del film. Per gli amanti del metal questa è la prima ciliegina sulla torta. La seconda è rappresentata dalla band del film. Il nome fittizio scelto è Steel Dragon e durante le esibizioni possiamo distinguere nitidamente i signori Zakk Wylde, Jeff Pilson (Dokken, Dio) e Jason Bonham (figlio del batterista dei Led Zeppelin John Bonham). Il cantante, almeno in apparenza non è un volto noto della musica, ma durante i brani la sua voce è stata gentilmente prestata da due mostri come  Michael Matijevic (Steelheart) e Jeff Scott Soto. Che dire, basterebbe solo questo per dire che il film è uno spettacolo, anche perchè la colonna sonora, con pezzi originali Steel Dragon, è facilmente rintracciabile (adesso ho cambiato la mia suoneria del cell con il pezzo Livin' the Life). Parlando più nello specifico del film, è molto ben strutturato, il livello di coinvolgimento è alto, tanto che riscei ad immedesimarti alla perfezione con il protagonista. Lui, un ragazzo come tanti che non aveva niente rimane incredulo quando viene chiamato dalla famosissima band. Penso che ognuno di noi avrebbe quella reazione li. Ma Rock Star mette in evidenza un'altra cosa importante: il rovescio della medaglia. Superficialmente si pensa che quel tipo di realtà sia tutta rose e fiori (quello che pensano il protagonista e la sua ragazza), ma una volta dentro scopriranno che quel mondo è molto più marcio del previsto, e questo metterà in seria difficoltà il loro rapporto. Il cast è un bel cast, a cominciare da lui il mitico Mark Wahlberg nei panni di Chris e Jennifer Aniston che interpreta Emily ( la ragazza di Chris). Volto noto e sorpresa gradita, nel cast appare anche Timothy Olyphant, un amico di Chris e membro della coverband amatoriale. Noi ci siamo divertiti, la pellicola inoltre nel finale regala un messaggio importante a chi la guarda: apprezzate cio che avete perchè chi troppo vuole nulla stringe. Lo consigliamo vivamente a tutti gli amanti della musica rock e metal, anche se probabilmente lo avranno già visto e rivisto, ma anche a chi vuole vedere un film che alla fine gli lasci qualcosa. Rock'n'Roll gente, buona visione!

Il voto di 365film:




x1


x1


x1



Share this article :

0 commenti:

Speak up your mind

Tell us what you're thinking... !

 
Support : Creating Website | Johny Template | Mas Template
Copyright © 2011. 365FILM | 2 persone, 1 anno, 365 recensioni - All Rights Reserved
Template Created by Creating Website Inspired by Sportapolis Shape5.com
Proudly powered by Blogger