Recensione #84: Zombeavers

domenica 23 agosto 2015

E' domenica e questo fine settimana è anche iniziato il campionato di calcio! Proprio stasera c'era una partita interessante, ma non è roba per noi, io e Gloria passiamo oltre lo sport, siamo due persone di un certo spessore, che non perdono occasione per arricchire il loro bagaglio di sapere con qualche visione impegnata ed interessante dai ricchi contenuti... ecco perchè stasera abbiamo visto Zombeavers. Ormai dovreste averlo capito, le stronzate ci piacciono, quindi questa pellicola non poteva passare inosservata. E dire che l'avevamo adocchiata tempo fa in streaming, ma la sola versione sottotitolata in italiano ci aveva un po' frenato perchè, come tutti voi sapete, se ti concentri a leggere i dialoghi ti perdi parecchie scene. Ora possiamo dire che non ci saremmo persi assolutamente un cazzo.
Ecco di cosa parla Zombeavers: un trio di ragazze si reca in una casa su un lago per un weekend di divertimento quando qualcosa inizia a turbare la loro serenità e a mietere vittime. La cosa prenderà una piega ancora più sinistra quando scopriranno che a causare tutti questi danni è un gruppo di furiosi castori zombie. Bene, mi domando perchè cazzo stiamo facendo la recensione di questo film. A suo favore possiamo dire che l'idea di base è volutamente grottesca ed assurda, se decidi di rendere zombie un gruppo di castori vuoi per forza far ridere, no? Ok, plot assurdo, effetti speciali e creature ancora più assurde, ma anche questo dettaglio credo sia stato fatto volutamente così. I castori zombie sono, come dire... dei bellissimi pupazzi! Non sapevamo che la Trudi avesse collaborato alla realizzazione del film! Credeteci, quando saltano fuori da una credenza o dal pavimento si ha come la sensazione che ci sia un uomo dietro che tiene il pupazzo e lo muove qua e la, come si fa con i bambini... bellissimo. Cosa sappiamo fin'ora? Che idea e realizzazione sono stati volutamente partoriti alla cazzo di cane, per rimanere in linea con lo spirito dell'idea. Veniamo ai punti dolenti... la recitazione è assolutamente da cani. Pochissime le parentesi dove gli attori/attrici (Rachel Melvin, Cortney Palm e Lexi Atkins accompagnate dai boyfriend Hutch Dano, Jake Weary e Peter Gilroy) sembrano credibili... Per non parlare dei dialoghi, poveri, superficiali e a volte inutili, basti pensare che il più credibile è il bifolco armato di fucile che farà una brutta fine. Magari l'idea era di rendere la pellicola appositamente superficiale, ma questa cosa non gli è venuta affatto bene. Ed è un vero peccato  perchè con una realizzazione differente questo Zombeavers poteva essere davvero un film divertente! Risvolto interessante ma non usato a dovere quello che vede i morsi dai castori trasformarsi a loro volta in uomini castoro zombie. Tirate le somme, film consigliato solo ai curiosi ed amanti del genere trash, per il resto purtroppo rimane veramente poco. E dire che non è neanche un film della Asylum!

Il voto di 365film:




x2


x1


x2



Share this article :

0 commenti:

Speak up your mind

Tell us what you're thinking... !

 
Support : Creating Website | Johny Template | Mas Template
Copyright © 2011. 365FILM | 2 persone, 1 anno, 365 recensioni - All Rights Reserved
Template Created by Creating Website Inspired by Sportapolis Shape5.com
Proudly powered by Blogger