Recensione #87: The Equalizer - Il vendicatore

mercoledì 26 agosto 2015

Sono belli i film dove la gente si vendica, dando libero sfogo a tutta la cattiveria che hanno in corpo! Li trovo molto liberatori, anche Gloria grosso modo la pensa come me e il film che in questi giorni sta trasmettendo Sky fa proprio al caso nostro. Il titolo è The Equalizer – Il vendicatore ed è anche abbastanza recente, giusto dell'anno scorso. Avendolo registrato sul nostro My Sky, stasera ce lo siamo visto in tutta tranquillità.
Il protagonista è Robert McCall, un ufficiale dell'intelligence in pensione che, dopo aver finto la sua morte, conduce una vita tranquilla a Boston. Quando però decide di aiutare una prostituta picchiata a sangue entra nel mirino della mafia russa ed è quindi costretto a tornare in azione. Letta la trama rivengono in mente le pellicole con Charles Bronson, nelle quali per un motivo del cazzo o che comunque non riguardava lui personalmente, il giustiziere iniziava a seminare cadaveri in modo inarrestabile. Effettivamente è quello che succede qui. Robert è uno tranquillo, ora, vive solo, mangia da solo, dorme da solo e tutte le sere va a prendersi un Tè (se lo porta lui da casa...) in un bar, dove puntualmente scambia 4 chiacchiere con questa giovane prostituta, Teri, prima che lei “attacchi a lavorare”. Non sono conversazioni particolarmente profonde, quindi sembrerebbe anche fuori luogo che, quando la giovane viene mandata in ospedale lui si incazzi come un tordo e cominci a far bordello in giro. Però è lui stesso a dirlo in un punto del film, dice qualcosa del tipo “non so cosa mi sia scattato, so solo che volevo aiutarla” o qualcosa del genere. Comunque, il film è di grossa produzione, lo si vede dalla fotografia, dal modo in cui è girato e soprattutto dall'attore principale, un Denzel Washington cazzutissimo e, anche se di una certa età, calato bene nel suo ruolo di macho, lui sa che può far fuori tutti mentre si fuma una sigaretta, guarda i risultati sportivi sul cellulare e si gratta un ginocchio con un piede sorseggiando un Long Island Ice Tea. Oltre a lui altro volto noto del cinema è la giovane Chloë Grace Moretz (già vista in un sacco di film fra cui i due Kick-Ass e il remake di Carrie - Lo sguardo di satana). Film adrenalinico, tratto tra l'altro dalla serie televisiva degli anni '80 Un giustiziere a New York e di cui sembra uscirà un sequel nel 2017. Noi lo consigliamo un po' a tutti, a volte fa bene mantenere alta la tensione e soprattutto la pellicola è anche, in maniera estremizzata, un esempio a non fregarsene se le cose intorno a noi non vanno bene.

Il voto di 365film:




x3


x1




Share this article :

0 commenti:

Speak up your mind

Tell us what you're thinking... !

 
Support : Creating Website | Johny Template | Mas Template
Copyright © 2011. 365FILM | 2 persone, 1 anno, 365 recensioni - All Rights Reserved
Template Created by Creating Website Inspired by Sportapolis Shape5.com
Proudly powered by Blogger