Recensione #129: Within - The Cavern

mercoledì 7 ottobre 2015

Questa sera io e Gloria avevamo voglia di vederci un horror, ma avendo visto molta roba, anche recente, abbiamo cercato un po' su internet, per vedere se usciva fuori qualche pellicola degli anni indietro che non avevamo ancora guardato. Ebbene, è saltato fuori questo Within, del 2005, all'apparenza film claustrofobico e angosciante. “Perchè no? Diamogli il beneficio del dubbio” ci siamo detti.
La pellicola ci porta nel deserto dell’Asia centrale, dove otto ricercatori si lanciano all’esplorazione di un intricato labirinto di grotte. Una volta penetrati nel sottosuolo, però, due delle loro guide vengono misteriosamente uccise. Gli esploratori decidono allora di tornare indietro ma qualcuno o qualcosa ha bloccato l’ingresso delle grotte. Belle premesse nei minuti iniziali, abbiamo il gruppo che vuole andare in esplorazione, uno dei membri traumatizzato da un incidente avvenuto un anno prima, un altro che sembra essere in contatto con gli spiriti della natura, uno che non ne capisce un cazzo ma è li per scrivere un libro, le due guide che sono con lui ma che non vengono mai inquadrate perchè saranno i primi a morire, poi c'è anche la coppia sfacciata che si fa una pelle all'interno della grotta la notte prima dell'inizio dell'esplorazione. Tutti riuniti intorno ad un falò parlano dei misteri di questo tipo di spedizioni, inquietando lo spettatore. Effettivamente la suspence è costruita abbastanza bene, non c'è che dire, nonostante si veda benissimo che il fuoco del falò è aggiunto a computer (ma perchè cazzo, accendilo un fottuto fuoco!) e Gloria che fa “A me mi sa tanto di Asylum...”. No, non è Asylum, c'è molto più lavoro sulla caratterizzazione dei personaggi. Altri difetti arrivano quando il gruppo si addentra nelle profondità della caverna. Inquadrature vicinissime agli attori e alle loro torce in testa non fanno capire quasi un cazzo. Probabilmente questo è un escamotage per rendere le inquadrature più claustrofobiche possibili... no, manco per il cazzo, secondo noi serve a coprire il fatto che l'intero film sia stato girano in una grotta 4 metri per 4 e in un cunicolo lungo 2 metri si e no, ma il fatto di inquadrare così vicino gli attori rende impossibile il riconoscimento dell'ambientazione. Poi però succede una bella cosa, qualcosa ammazza le due guide di cui non si sapeva neanche il nome in un modo veramente truce! Evviva, un po' di splatter! Soprattutto la seconda, cade dall'alto praticamente tranciata in 2 con budella all'aria e cranio aperto. No, l'Asylum non fa di questo. Mentre Gloria è già annoiatissima io penso invece che potrebbe essere una bella visione gore, quindi mi tiro un po' più su (ero in posizione pennica sul divano) e prendo le noccioline. Purtroppo però non ci sono altri sussulti, il film è tutta una corsa per scappare da questa cosa, o mostro. Da notare inoltre l'altruismo dei membri del gruppo, potessero si affetterebbero a vicenda! Sorvolando sulla credibilità del cast, che non è da buttare, ma non ci sono attori dai nomi conosciuti, arriviamo alla fine del film dove, SPOILER scopriamo che la creatura ha lasciato in vita solo le due donne del gruppo, uccidendo i 6 uomini. Le ragazze si risvegliano nude, coperte con una pelle di bestia, davanti ad un fuoco... le ha preparate per il festino!! Mostro birichino :D Ma prima che si concluda la visione, le due faranno una scoperta sconvolgente. In effetti, anche se la trama non è delle più originali, il film, con un montaggio fatto meglio e due soldi in più per le location poteva venire discreto. Peccato!

AZIONE: x1
COMMEDIA: -
DRAMMATICO: x1
ROMANTICO: x1
HORROR: x3
FANTASCIENZA: -
FANTASY: -


Il voto di 365film:

Share this article :

0 commenti:

Speak up your mind

Tell us what you're thinking... !

 
Support : Creating Website | Johny Template | Mas Template
Copyright © 2011. 365FILM | 2 persone, 1 anno, 365 recensioni - All Rights Reserved
Template Created by Creating Website Inspired by Sportapolis Shape5.com
Proudly powered by Blogger